• conc.mercato-di-salerno-01.jpg
  • conc.mercato-di-salerno-02.jpg
  • conc.mercato-di-salerno-02c.jpg
  • conc.mercato-di-salerno-03.jpg
  • conc.mercato-di-salerno-03b.jpg
  • conc.mercato-di-salerno-04.jpg
  • conc.mercato-di-salerno-05.jpg


 

COMPETITION FOR A COVERD MARKET BUILDING WITH OFFICES AND COMMERCIAL FACILITIES


Result : I Prize
Location: Salerno Italy
Type: Competition, Commercial-public
Organization:  Cariplo Foundation (Etico real estate fund " Social Housing " 
Project Date:     2008
Architectural design: Deonstudio
Construction Phase unknown

 

 

PROJECT DISCRIPTION

Il criterio principale che sta alla base della progettazione è quello di concepire una struttura che tenga conto degli aspetti tipici delle aree mercatali che puntano su alcuni elementi di forza quali :

-          generazione di traffico e di affari

-          competitività nel rapporto qualità-prezzo

-          tranquillità di acquisto

-          vivibilità dei luoghi aperti

-          copertura spaziale della domanda

-          mobilità e flessibilità

-          libertà ed indipendenza degli operatori nell’organizzazione del lavoro

-          capacità di rivitalizzazione del centro urbano.


L’intervento proposto consiste  appunto nella realizzazione di un edificio da destinare a parcheggio pubblico a forte rotazione con una capacità di offerta di 475 posti auto circa una parte dei quali riservata agli operatori del mercato. Tale edificio ospiterà anche l’attuale mercato occupando un’area di circa 5.300 mq , che comprenderà anche i 129 posteggi  attuali .

L’ idea progettuale è di tradurre in architettura quello che il mercato stesso rappresenta nella propria accezione di “Luogo”, inteso come spazio di scambio ed incontro, enfatizzandone il carattere di ambito pubblico, attraverso un rapporto dialettico con la città. Tali premesse suggeriscono l’ ipotesi di un edificio che sia al tempo stesso introverso e centripeto, caratterizzato da una corte centrale, precisata dalla penetrazione della luce zenitale, che diventi fulcro e momento d’ incontro, articolato da una ricchezza spaziale delle doppie e triple altezze dei ballatoi, che contribuiscano ad accellerarne la spazialità interna ed a favorirne la permeabilità visiva verticale.

Inoltre, il rapporto con il luogo si traduce in  ricerca ed individuazione di campi visivi privilegiati, che diventino ritratti di una narrativa urbana che, anche se a volte scomoda, è sintesi di quel “Genius Loci” che trapela dai tessuti urbani e che evidenzia i caratteri di ricchezza e tipicità di quartiere. In questo senso il progetto assume un carattere fortemente estroverso e centrifugo, nel rapporto con i vuoti  e con le masse, aumentando le suggestioni spaziali dall’ interno all’ esterno ed al tempo stesso rendendo manifeste quelle dinamiche tipiche di “domesticità urbana” altrimenti isolate. L’ impianto planimetrico si configura estrapolando dalla matrice geometrica urbana i propri assi ordinatori, senza alterare anzi migliorando e razionalizzando la logica di mobilità pedonale e veicolare di quartiere. La “scatola” dell’ edificio viene ulteriormente “aperta” a sud ed ad ovest in una logica di sottrazione di volume, in corrispondenza dei prolungamenti degli assi stradali adiacenti, mentre a nord un’ apertura più ampia induce un rapporto visivo con la zona collinare.

L’ area esterna ad ovest del mercato di circa 1800 Mq. sarà adibita a parcheggi a raso, opportunamente schermati attraverso una parete-filtro verde che ne evita il rapporto diretto con la strada. Inoltre nella zona nord-ovest sarà destinata un’ isola ecologica di 250 mq. Dal punto di vista funzionale, l’ edificio risulta organizzato su due livelli fuori terra, la piazza (a quota – 0,83 mt.) e due livelli interrati.